22
Dic
saf

APPROCCIO SALUTE E SICUREZZA NEL MONDO ALBERGHIERO

E’ doveroso riconoscere che la rinuncia ad adeguarsi agli standard di legge in materia non è da imputarsi all’irresponsabilità dei singoli operatori quanto alla preoccupazione di sostenere costi aggiuntivi, spesso difficili da ipotizzare, e di intraprendere la faticosa strada delle procedure burocratiche e dei lavori di adeguamento. Noi ci rivolgiamo in questo caso alla categoria dei proprietari e/o gestori di strutture alberghiere ricordando loro, prudentemente, ma con sincera onestà intellettuale, l’importanza di dedicare tempo, risorse ed energie alla “salute e sicurezza” dei luoghi destinati all’accoglienza, che sovente, seppure di buon livello, non risultano rispondenti alla normativa in materia. E’ altresì vero che molti proprietari e/o gestori non possiedono alcuna conoscenza tecnico impiantistica e faticano a comprendere l’assoluta priorità dei suddetti lavori rispetto, magari, agli interventi di “maquillage”, sicuramente gradevoli alla vista, ma non indispensabili ai fini della sicurezza!

Purtroppo il rispetto delle norme sulla sicurezza non è visto come un investimento, ma come spreco di tempo e risorse sino a quando non si incorre in guai seri o in situazioni sgradevoli che compromettono e invalidano tutto il buono di una gestione, apparentemente curata ed efficiente. Accade anche che ci si faccia seguire da “consulenti” che abbiano minima se non nulla esperienza del mondo alberghiero e, cosa ancor più grave, nessuna competenza in merito alla gestione e manutenzione degli impianti tecnici di cui è dotata la struttura, e ci si trovi poi a dover far fronte, da impreparati, a spiacevoli evenienze (guasti, black-out, ecc..) con significative ricadute sugli ospiti, costretti a subirne i disagi, e sulla proprietà (si pensi, per fare solo un esempio, alla perdita in termini economici qualora si verificasse un guasto negli impianti tecnologici).

In caso di visita degli organi ispettivi, inoltre, è frequente che questi ultimi si ritrovino a visionare documenti riferibili all’apertura della struttura ricettiva mai aggiornati, o ancor peggio compilati. Accade spesso che tra i documenti non figuri il DVR o che questo riporti la dicitura del D.lgs 626/94 con, magari, riferimenti societari obsoleti; accade anche che valuti i rischi in reparti non più presenti nella struttura, che manchi la procedura di emergenza ed evacuazione o che sia affissa ai muri, ma mai letta e conosciuta dagli addetti ai lavori. Trascurare la verifica biennale dell’impianto di terra, ad esempio, può determinare la morte per folgorazione di un dipendente o di un ospite e comporterebbe responsabilità e rimorsi per proprietari o gestori difficili da sopportare. chi opera nel settore alberghiero sa bene quanto si fatichi per la sua promozione e quanto bruci l’idea di sporcarla per trascuratezza ed omissioni!

Solo Servizi Alberghi abbina a tutti i servizi outsourcing anche  la formazione qualificata e personale adeguato  orientato alla verifica, a scadenza fissa, degli impianti per garantire la più valida e sicura gestione del bene, per salvaguardare il lavoratore e offrire il massimo del benessere e dell’efficienza all’ospite che ci gratifica con la scelta del nostro marchio.

Richiedi date corsi Gennaio/Febbraio 2017 scrivendoci al seguente indirizzo email: info@soloservizialberghi.it oppure chiama al nostro mobile dell’Ufficio Marketing: Tel. 328.1346224

 

Nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo non sarà pubblicato. I campi richiesti sono contrassegnati*

Contatti





NOME:

E-MAIL:

MESSAGGIO:



S.S.A. SOLO SERVIZI ALBERGHI

00178 Roma (RM)

Tel. +39 06 92956768

Fax : +39 06 92956768

E-Mail: info@soloservizialberghi.it