14
Ott
manutenzione

Pulizia e manutenzione degli impianti di climatizzazione

Forse non tutti sanno che la “legionella” deve il suo nome ad un’epidemia che colpì un gruppo di veterani dell’American Legion ospiti in un albergo statunitense.

La malattia, che portò alla morte di 34 persone, era stata causata da un batterio presente nell’impianto di condizionamento dell’hotel.

La legionellosi, infatti, è un’infezione polmonare causata da un batterio che può trovarsi nell’acqua di condensa dei condizionatori.

Il National Energy Management Institute valuta che il 50% degli impianti di climatizzazione risulta essere insalubre e che circa il 70% dei locali frequentati dal pubblico (tra cui hotel e ristoranti) presenta condizioni igieniche dell’aria interna molto degradate, a causa del pulviscolo e degli agenti inquinanti, che favoriscono la proliferazione di funghi e batteri all’interno delle condotte d’aria.

La maggior parte degli impianti di condizionamento d’aria, infatti, per ragioni di risparmio energetico, è dotata di un sistema di ricircolo dell’aria interna. Questo comporta una ridotta diluizione dei microrganismi inquinanti trattenuti dai sistemi di filtrazione dell’aria, perché di basso peso molecolare.

L’elevato tasso d’inquinamento delle città inoltre si trasferisce in parte all’interno degli edifici attraverso  serramenti e impianti.

Le fonti di maggiore inquinamento dell’aria tuttavia risiedono all’interno degli edifici (moquette, rivestimenti, mobili, insetticidi, detergenti, ecc.) e solo in parte trascurabile provengono dall’esterno.

È facilmente intuibile quindi il motivo per cui il Decreto Legislativo 81/2008 sulla sicurezza nei luoghi di lavoro contenga anche indicazioni di garanzia in merito all’igiene dell’aria.

In particolare, nel decreto viene esplicitato che gli impianti di climatizzazione debbano essere “periodicamente sottoposti a controlli, manutenzione, pulizia e sanificazione”. (allegato IV, punto 1.91.4).

Della periodica manutenzione dei condizionatori e quindi del corretto funzionamento degli impianti di climatizzazione traggono vantaggio tutti i soggetti coinvolti, ovvero:

  1. Albergatori
  2. Dipendenti dell’hotel
  3. Clienti

Questi ultimi due, infatti, avranno la garanzia di lavorare e di soggiornare in ambienti che dispongono di aria salubre e la sicurezza di non contrarre infezioni.

Gli albergatori, dal canto loro, stipulando contratti di manutenzione, avranno la certezza di mettersi in regola con gli obblighi di legge, di avere un impianto di condizionamento ben funzionante e di salvaguardare la salute di tutti.

Un impianto sottoposto a verifiche e controlli periodici, infatti, è maggiormente efficace ed efficiente, si ferma meno per guasti improvvisi ed ha una durata maggiore.

Inoltre grazie alle frequenti manutenzioni dei condizionatori con sanificazione si riduce il proliferare dei batteri e la diffusione di infezioni batteriche.

Lo staff Solo Servizi Alberghi si occupa di eseguire manutenzioni ordinarie e straordinarie degli impianti di climatizzazione, utilizzando esclusivamente strumenti certificati, al fine di limitare i rischi di fermo impianto e garantire la massima efficienza.

CONTATTACI per saperne di più.

2 Commenti
  1. lucy ottobre 17, 2015

    Buongiorno
    vorrei saperne di piu’ riguardo alla pulizia dei filtri, cosa fate ed eventuali costi
    ringrazio e saluto
    soncini lucy

    Rispondi
    • Editor ottobre 19, 2015

      Gentile Lucy,
      le invieremo via e-mail una presentazione dettagliata dei nostri servizi di pulizia e manutenzione filtri con relativi costi.
      La ringraziamo per il suo interesse e le auguriamo buon lavoro.

      Team SoloServiziAlberghi

      Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo non sarà pubblicato. I campi richiesti sono contrassegnati*

Contatti





NOME:

E-MAIL:

MESSAGGIO:



S.S.A. SOLO SERVIZI ALBERGHI

00178 Roma (RM)

Tel. +39 06 92956768

Fax : +39 06 92956768

E-Mail: info@soloservizialberghi.it