18
Ott
eass

SERVIZI FACILITY:VALORE AGGIUTO PER L’IMPRESA

Il fenomeno dell’esternalizzazione di attività aziendali ha avuto un lungo cammino evolutivo e si è affermato, nel corso del XX secolo, come uno dei principali fattori di cambiamento per l’impresa.
Da attività relative a componenti materiali dei processi produttivi si è passati ad esternalizzare attività immateriali, sino a giungere alle operazioni relative alla gestione economica e finanziaria di un’azienda.
Già negli anni sessanta erano diffusi i centri servizi che offrivano alle piccole e medie imprese l’elaborazione dei dati per la gestione delle paghe e della contabilità. In questi primi processi di terziarizzazione l’obiettivo prioritario perseguito era quello della riduzione dei costi e le attività “affidate e terzi” erano attività lontane dal core business.
Nel corso del tempo le attività date in outsourcing si sono progressivamente estese e le motivazioni che hanno spinto le aziende a decentrare attività non commodity sono state di ordine strategico: necessità di concentrare le risorse nel core business dell’azienda per migliorare il rendimento della prestazione, recuperare efficienza nelle attività a maggior valore aggiunto, rendere più flessibile la struttura dei costi al fine di diminuire il rischio operativo.

Il processo di esternalizzazione ha riguardato man mano servizi che spaziano dalla codifica dei programmi alla manutenzione degli impianti, fino ad arrivare alla delega di tutte le attività di sviluppo e di gestione operativa dei settori.

L’outsourcing, dunque, si dimostra come utile strumento di razionalizzazione produttiva, sull’esempio di ciò che accade nelle imprese private, affidando a terzi soprattutto alcune attività legate all’organizzazione interna, come ad esempio l’acquisto di forniture di beni e di servizi, la gestione e la manutenzione degli immobili o degli impianti, la gestione delle buste paga dei dipendenti, la gestione dei servizi mensa, ecc. Alcune delle più importanti indagini sull’esternalizzazione della PA italiana sono il progetto finalizzato sulla  “Esternalizzazione delle funzioni amministrative” del Dipartimento della Funzione Pubblica, il documento “Servizi pubblici locali esternalizzati ed esternalizzabili” di ItaliaLavoro ed, infine, il documento redatto dal Censis “Problemi e prospettive dell’outsourcing nel sistema della Pubblica Amministrazione italiana”. Tutte e tre mettono in rilevo che le motivazioni che hanno favorito un tale sviluppo del ricorso all’outsourcing sono molteplici.  

In particolare, se si prende in esame la ricerca effettuata dal Censis nel 2003 presso numerose grandi imprese e molteplici Enti Pubblici di grandi dimensioni, emerge come nelle PA l’outsourcing sia inteso come strumento che permette di:

  • concentrare le risorse (sia umane che finanziarie) su specifiche funzioni e attività di rilevanza strategica, tralasciando quelle meno rilevanti e secondariecontrollare le attività più difficili da gestire;
  • accelerare i processi di cambiamento o di riorganizzazione interni alle singole strutture;
  • riduzione del rischio di implementazione di tecnologie avanzate.

Solo Servizi Alberghi propone un Outsourcing Strategico  legato al Business Transformation Outsourcing (BTO) ovvero supportare l’impresa turistico-alberghiera  nell’esternalizzazione dei processi operativi destinai  al raggiungimento di detta missione. I processi maggiormente affidati in outsourcing in questo caso riguardano la gestione delle risorse umane, i servizi di assistenza, le attività inerenti alla contabilità e la finanza.

Federica Mancini-Ufficio Marketing

Nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo non sarà pubblicato. I campi richiesti sono contrassegnati*

Contatti





NOME:

E-MAIL:

MESSAGGIO:



S.S.A. SOLO SERVIZI ALBERGHI

00178 Roma (RM)

Tel. +39 06 92956768

Fax : +39 06 92956768

E-Mail: info@soloservizialberghi.it